Di questo libro e degli altri Alessandro Cocco

Visualizzazione 70 post con etichetta recensione. Mostra tutti i post.

Recensione "The Yellow Wall-Paper", Charlotte Perkins Gilman

07/06/2016 23:00  0 commenti  Alessandro

Questo volumetto contiene una selezione di racconti di Charlotte Perkins Gilman (1860-1935), autrice statunitense che ho scoperto solo di recente, grazie a Goodreads.

Scrittrice impegnata, fu anche sociologa, saggista e, soprattutto, un’importante esponente del movimento femminista americano. E proprio il femminismo è un tema importante dei suoi racconti.

Recensione "Felici i felici", Yasmina Reza

29/05/2016 10:45  0 commenti  Alessandro

“Felici gli amati e gli amanti e coloro che possono fare a meno dell’amore. Felici i felici.” (Jorge Luis Borges)

Felici i felici è un romanzo corale, un caleidoscopio di voci diverse che, episodio dopo episodio, si sfiorano, si intrecciano, mettendo a nudo quella che è la vita di tutti i giorni.

Recensione "Frankenstein", Mary Wollstonecraft Shelley

17/05/2016 22:50  0 commenti  Alessandro

Nato dalla mente di una giovanissima Mary Shelley, Frankenstein è senza ombra di dubbio uno dei più grandi romanzi della letteratura gotica (e non solo). Difficile quindi recensire un libro su cui sono stati scritti fiumi d’inchiostro e che ha avuto un impatto così grande nell’immaginario collettivo: che altro potrò mai aggiungere a quanto già detto? Ci ho riflettuto un po’ ma alla fine ho deciso di scrivere comunque qualche riga, d’altronde questo blog è nato proprio per questo, no?

Recensione "111 errori di traduzione che hanno cambiato il mondo", Romolo Giovanni Capuano

05/05/2016 22:20  0 commenti  Alessandro

Trovo che quello della traduzione sia un mestiere affascinante a cui purtroppo raramente viene dato il giusto credito. Senza la figura del traduttore avrei letto forse un decimo dei libri che ho nella mia libreria e moltissimi dei grandi autori che adoro (penso a Saramago, Nabokov, Zamjatin, Kafka, etc.) mi sarebbero completamente preclusi (è già tanto se leggo in inglese, figuriamoci in portoghese, russo o tedesco!)

Recensione "Il ballo", Irène Némirovsky

25/04/2016 22:00  0 commenti  Alessandro

Un concentrato di egoismo, rabbia e vendetta, questo in poche parole è Il ballo, breve romanzo scritto di getto tra un capitolo e l’altro di David Golder e pubblicato poi nel 1930.

Le pagine sono poche e l’azione si svolge velocemente ma l’intensità delle emozioni che traspare è tale da lasciare davvero senza fiato!

Recensione "Il dilemma dell'onnivoro", Michael Pollan

17/04/2016 22:00  0 commenti  Alessandro

“Oggi molti si accontentano di mangiare senza pensare: questo libro non fa per loro, perché leggendolo si rovinerebbero l’appetito.”

Il dilemma dell’onnivoro è un libro-inchiesta che cerca di rispondere a una domanda (apparentemente) banale: che cosa mangiamo e perché? Paradossalmente però la risposta a una domanda così importante non è affatto semplice…

Recensione "La donna in bianco", Wilkie Collins

04/04/2016 22:30  0 commenti  Alessandro

Scritto nel 1859 e pubblicato a puntate sulla rivista All the Year Round (di proprietà dell’amico Charles Dickens) a partire dal novembre di quell’anno, La donna in bianco fu un vero e proprio caso editoriale: a ogni nuova uscita le edicole venivano prese d’assalto e nei salotti di mezza Inghilterra non si parlava d’altro di quella che fu a tutti gli effetti una vera e propria mania che portò alla nascita di un mercato parallelo di gadget (profumi, vestiti, ecc.) dedicati alla misteriosa figura che dà il via a questa storia.

Recensione "Tenera è la notte", Francis Scott Fitzgerald

30/03/2016 21:30  0 commenti  Alessandro

Tenera è la notte è probabilmente l’opera più ambiziosa e sofisticata di Francis Scott Fitzgerald, opera a cui lavorò per quasi un decennio tra riscritture e problemi personali e che ebbe successivamente diversi rimaneggiamenti più o meno ufficiali.

Il romanzo si presenta in modo volutamente caotico e confuso e questo lo rende, almeno inizialmente, difficile da seguire.

Recensione "Giro di vite", Henry James

15/03/2016 22:30  0 commenti  Alessandro

Semplice storia di fantasmi o qualcosa di più? Impossibile dirlo con sicurezza: pagina dopo pagina Giro di vite distrugge e fa a pezzi ogni nostra certezza, inganna i nostri sensi e ci lascia con uno dei finali più controversi e discussi della storia della letteratura!

L’unica certezza che al contrario prende forma è che si tratta di un racconto dalle tinte gotiche davvero ben scritto e spettacolare.

Recensione "Quando eravamo prede", Carlo D'Amicis

20/02/2016 12:20  0 commenti  Alessandro

In principio erano gli animali, e i cacciatori vivevano della loro morte. (INCIPIT)

Finalmente riesco a trovare il tempo per scrivere due righe su questo libro, una delle prime letture di questo 2016. Coi contemporanei troppo contemporanei (questo è dell’altr’anno) di solito ho un brutto rapporto ma Quando eravamo prede si è rivelato un romanzo piuttosto interessante!

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge num. 62 del 7.03.2001.

I testi citati e le immagini pubblicate su questo blog sono copyright delle case editrici, degli autori e delle agenzie che ne detengono i diritti. La loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro.

Di questo libro e degli altri è un blog e, come tale, i contenuti devono intendersi unicamente come opinioni personali.