Di questo libro e degli altri Alessandro Cocco

Visualizzazione 3 post con etichetta racconto. Mostra tutti i post.

Recensione "Giro di vite", Henry James

15/03/2016 22:30  0 commenti  Alessandro

Semplice storia di fantasmi o qualcosa di più? Impossibile dirlo con sicurezza: pagina dopo pagina Giro di vite distrugge e fa a pezzi ogni nostra certezza, inganna i nostri sensi e ci lascia con uno dei finali più controversi e discussi della storia della letteratura!

L’unica certezza che al contrario prende forma è che si tratta di un racconto dalle tinte gotiche davvero ben scritto e spettacolare.

Recensione "La leggenda di Sleepy Hollow", Washington Irving

04/01/2016 13:30  0 commenti  Alessandro

La storia di Sleepy Hollow probabilmente è più nota al grande pubblico per il film di Tim Burton con Johnny Depp che per l’originale racconto di Washington Irving. Non che questo sia un problema, sia chiaro, ci sono un sacco di opere di cui il pubblico spesso ignora l’origine letteraria (mi vengono in mente le avventure di Arsène Lupin, uscite dalla penna di Maurice Leblanc oltre un secolo fa) ma in questo caso la situazione è un po’ sfuggita di mano.

Recensione "Nel paese dei ciechi", H.G. Wells

12/12/2015 12:20  0 commenti  Alessandro

Beati monoculi in terra caecorum

Opera tra le più note di H.G. Wells (anche se sinceramente non lo avevo mai sentito nominare fino a cinque minuti prima di comprarlo), Nel paese dei ciechi si è subito guadagnato un posto tra i miei racconti preferiti. Si legge in un paio d’ore ma per quanto riguarda i contenuti se ne potrebbe parlare per giorni!

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge num. 62 del 7.03.2001.

I testi citati e le immagini pubblicate su questo blog sono copyright delle case editrici, degli autori e delle agenzie che ne detengono i diritti. La loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro.

Di questo libro e degli altri è un blog e, come tale, i contenuti devono intendersi unicamente come opinioni personali.