Di questo libro e degli altri Alessandro Cocco

Visualizzazione 6 post con etichetta newton compton. Mostra tutti i post.

Recensione "Le mille e una notte", AA.VV.

26/01/2017 22:50  0 commenti  Alessandro

Le mille e una notte è un’antica raccolta di racconti le cui prime tracce scritte risalgono addirittura al 900 d.C. Altre storie si svilupparono a partire da questo nucleo centrale, per giungere a una “versione definitiva” solo verso il XV secolo. Nel complesso si tratta di una delle più antiche testimonianze di letteratura araba.

Molti dei racconti fanno ormai parte dell’immaginario collettivo e in una qualche versione sono già noti ai più (Aladino e la lampada magica, Sindbad il marinaio o la storia di Shahrazād, che fa da cornice narrativa all’intera opera) ma mi allettava l’idea di leggerne la versione originale (anche se risulta difficile stabilire una vera e propria “versione originale” de Le mille e una notte!)

Recensione "Ulisse", James Joyce

26/12/2016 11:45  0 commenti  Alessandro

Ce l’ho fatta, dopo dieci lunghi mesi sono arrivato alla fine dell’Ulisse! Non credevo di metterci così tanto, così come non credevo che un singolo libro (sia pure di questo calibro) potesse influenzare in modo così pesante le mie letture e, più in generale, la mia voglia di leggere!

Chiamarlo solo “libro” però è decisamente riduttivo, è quasi un’esperienza di vita!

Recensione "Frankenstein", Mary Wollstonecraft Shelley

17/05/2016 22:50  0 commenti  Alessandro

Nato dalla mente di una giovanissima Mary Shelley, Frankenstein è senza ombra di dubbio uno dei più grandi romanzi della letteratura gotica (e non solo). Difficile quindi recensire un libro su cui sono stati scritti fiumi d’inchiostro e che ha avuto un impatto così grande nell’immaginario collettivo: che altro potrò mai aggiungere a quanto già detto? Ci ho riflettuto un po’ ma alla fine ho deciso di scrivere comunque qualche riga, d’altronde questo blog è nato proprio per questo, no?

Recensione "Giro di vite", Henry James

15/03/2016 22:30  0 commenti  Alessandro

Semplice storia di fantasmi o qualcosa di più? Impossibile dirlo con sicurezza: pagina dopo pagina Giro di vite distrugge e fa a pezzi ogni nostra certezza, inganna i nostri sensi e ci lascia con uno dei finali più controversi e discussi della storia della letteratura!

L’unica certezza che al contrario prende forma è che si tratta di un racconto dalle tinte gotiche davvero ben scritto e spettacolare.

Recensione "Ragione e sentimento", Jane Austen

07/01/2016 22:00  0 commenti  Alessandro

Classico senza tempo, è la storia delle vicende sentimentali di due sorelle, Elinor e Marianne Dashwood.

Fin qua niente di speciale ma ovviamente il romanzo ha più livelli di lettura e quello romantico è solo il più frivolo e superficiale: è lo stile di Jane Austen a trasformare una storia banale in qualcosa di più.

Recensione "Il fantasma dell'Opera", Gaston Leroux

25/07/2015 11:20  0 commenti  Alessandro

Il fantasma dell’Opera è un romanzo scritto dal francese Gaston Leroux all’inizio del secolo scorso e pubblicato a puntate dalla rivista Le Gaulois.

Strutturato come un’inchiesta giornalistica, il libro è una ricostruzione accurata dei misteriosi eventi avvenuti al teatro dell’opera di Parigi trent’anni prima. Le descrizioni sono molto curate e grazie anche ai numerosi aneddoti l’impressione è quella di avere tra le mani il resoconto di un fatto di cronaca accaduto realmente.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge num. 62 del 7.03.2001.

I testi citati e le immagini pubblicate su questo blog sono copyright delle case editrici, degli autori e delle agenzie che ne detengono i diritti. La loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro.

Di questo libro e degli altri è un blog e, come tale, i contenuti devono intendersi unicamente come opinioni personali.