Di questo libro e degli altri Alessandro Cocco

Visualizzazione 8 post con etichetta mondadori. Mostra tutti i post.

Recensione "Neanche gli Dèi", Isaac Asimov

20/01/2016 23:50  0 commenti  Alessandro

Era dai tempi dell’università che volevo leggere qualcosa di Asimov, il ciclo delle Fondazioni e quello dei Robot sono nella mia wishlist da anni, ma per un motivo o per l’altro ho sempre rimandato sia l’acquisto che la lettura: prima o poi verrà anche il loro momento!

Nell’attesa mi sono letto Neanche gli Dèi, uno dei libri vinti grazie al concorso di Capricci d’inchiostro.

Recensione "Il lupo della steppa", Hermann Hesse

06/07/2015 11:30  0 commenti  Alessandro

Quella de Il lupo della steppa è stata una lettura inizialmente un po’ noiosa, a tratti pesante, proseguita a fatica e con molta pazienza. Nonostante questa introduzione non proprio intrigante è un romanzo che merita davvero moltissimo: lo scoglio da superare è rappresentato dalle prime 50/60 pagine, oltre è tutta discesa!

Recensione "Se una notte d'inverno un viaggiatore", Italo Calvino

19/06/2015 15:00  0 commenti  Alessandro

Già dall’incipit si intuisce che chiamare Se una notte d’inverno un viaggiatore semplicemente libro è decisamente riduttivo, il termine più corretto infatti è metalibro, ossia un libro sul leggere il libro stesso.

L’autore si rivolge direttamente al lettore, si complimenta con lui per l’ottimo acquisto (spettacolare la ricostruzione del viaggio in libreria), lo “coccola” e lo fa appassionare per poi però prendersi continuamente gioco di lui!

Recensione "I Buddenbrook", Thomas Mann

22/03/2015 23:00  0 commenti  Alessandro

Avevo questo libro nella mia libreria già da un paio di mesi ma prima di iniziarlo ho voluto aspettare la partenza di un gruppo di lettura su Goodreads, così da leggerlo in compagnia. Purtroppo mi sono lasciato prendere la mano e ho leggermente bruciato le tappe!

Recensione "Il signore delle mosche", William Golding

22/02/2015 10:40  0 commenti  Alessandro

L’uomo produce il male come le api producono il miele. (William Golding)

Notavo che molti considerano questo libro una specie di trattato di psicologia più che un semplice romanzo. Dopo averlo letto (ancora l’estate scorsa) posso dire che non hanno tutti i torti.

Recensione "Il segreto del Bosco Vecchio", Dino Buzzati

18/02/2015 21:20  0 commenti  Alessandro

Lo stile è quello inconfondibile di Buzzati e mescola situazioni reali ad altre proprie del fantastico come se nulla fosse.

Sapevo a cosa stavo andando incontro ma la cosa mi ha comunque un po’ spiazzato e almeno inizialmente il romanzo non mi ha preso molto in quanto mi dava l’impressione di essere un po’ troppo infantile per i miei gusti. Mi sbagliavo!

Recensione "Niente di nuovo sul fronte occidentale", Erich Maria Remarque

17/11/2014 21:59  0 commenti  Alessandro

Ho finito Niente di nuovo sul fronte occidentale pochi giorni fa e senza ombra di dubbio posso dire che si tratta di uno dei libri più emozionanti che abbia mai letto.

Decisa dai potenti, combattuta da poveracci contro altri poveracci: questa è la guerra e Remarque ce la descrive in tutta la sua brutalità.

Recensione "La boutique del mistero", Dino Buzzati

10/11/2014 22:00  0 commenti  Alessandro

Eccomi qua, dopo la dovuta introduzione si parte con la prima recensione! La voglio dedicare a un autore italiano che ho (ri)scoperto di recente, Dino Buzzati.

Vi avviso: è la prima recensione che pubblico online, chiedo scusa per eventuali strafalcioni, migliorerò col tempo (spero!) :D

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge num. 62 del 7.03.2001.

I testi citati e le immagini pubblicate su questo blog sono copyright delle case editrici, degli autori e delle agenzie che ne detengono i diritti. La loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro.

Di questo libro e degli altri è un blog e, come tale, i contenuti devono intendersi unicamente come opinioni personali.