Di questo libro e degli altri Alessandro Cocco

Visualizzazione 7 post con etichetta letteratura italiana. Mostra tutti i post.

Recensione "Cari mostri", Stefano Benni

05/03/2017 22:30  0 commenti  Alessandro

Generalmente sono un grande appassionato di racconti (adoro in particolare le storie brevi di Edgar Allan Poe, P.K. Dick e H.P. Lovecraft) ma Cari mostri non mi ha del tutto convinto. Non che quello di Stefano Benni sia un brutto libro, ho letto di peggio, ma terminata la lettura nella mia testa c’era solo un grande “mah…”

Cari mostri lo scelsi un po’ a caso tra vari Feltrinelli in promozione, l’idea era di portare sotto l’ombrellone qualcosa di diverso dal solito (il fatto poi che l’abbia letto solo un mese fa è un dettaglio irrilevante!) Ad attirare la mia attenzione fu lo splendido disegno in copertina, davvero suggestivo e particolare (i colori, le ombre… tutto fantastico!) Peccato che non sia tutto oro quello che luccica…

Recensione "Quando eravamo prede", Carlo D'Amicis

20/02/2016 12:20  0 commenti  Alessandro

In principio erano gli animali, e i cacciatori vivevano della loro morte. (INCIPIT)

Finalmente riesco a trovare il tempo per scrivere due righe su questo libro, una delle prime letture di questo 2016. Coi contemporanei troppo contemporanei (questo è dell’altr’anno) di solito ho un brutto rapporto ma Quando eravamo prede si è rivelato un romanzo piuttosto interessante!

Recensione "Sostiene Pereira", Antonio Tabucchi

22/10/2015 00:15  0 commenti  Alessandro

Lo dico subito e senza tanti giri di parole: Sostiene Pereira è un libro meraviglioso.

L’ho adorato pagina dopo pagina e mi è piaciuto veramente un sacco sia per lo stile che per i temi trattati ma soprattutto per il messaggio che l’autore vuole trasmettere.

Recensione "Se una notte d'inverno un viaggiatore", Italo Calvino

19/06/2015 15:00  0 commenti  Alessandro

Già dall’incipit si intuisce che chiamare Se una notte d’inverno un viaggiatore semplicemente libro è decisamente riduttivo, il termine più corretto infatti è metalibro, ossia un libro sul leggere il libro stesso.

L’autore si rivolge direttamente al lettore, si complimenta con lui per l’ottimo acquisto (spettacolare la ricostruzione del viaggio in libreria), lo “coccola” e lo fa appassionare per poi però prendersi continuamente gioco di lui!

Recensione "Il segreto del Bosco Vecchio", Dino Buzzati

18/02/2015 21:20  0 commenti  Alessandro

Lo stile è quello inconfondibile di Buzzati e mescola situazioni reali ad altre proprie del fantastico come se nulla fosse.

Sapevo a cosa stavo andando incontro ma la cosa mi ha comunque un po’ spiazzato e almeno inizialmente il romanzo non mi ha preso molto in quanto mi dava l’impressione di essere un po’ troppo infantile per i miei gusti. Mi sbagliavo!

Recensione "Cristo si è fermato a Eboli", Carlo Levi

13/01/2015 23:00  0 commenti  Alessandro

Eboli è una cittadina campana dove, una volta abbandonata la costa, terminano la strada e la ferrovia. Oltre, i desolati paesaggi lucani, il nulla, la fine della civiltà.

Entrare nella Lucania di Cristo si è fermato a Eboli è come fare un salto indietro nel tempo verso un mondo fatto di misticismo e di magia, dove la vita è rigorosamente scandita dai ritmi della natura e influenzata dall’ignoranza e dalla superstizione.

Recensione "La boutique del mistero", Dino Buzzati

10/11/2014 22:00  0 commenti  Alessandro

Eccomi qua, dopo la dovuta introduzione si parte con la prima recensione! La voglio dedicare a un autore italiano che ho (ri)scoperto di recente, Dino Buzzati.

Vi avviso: è la prima recensione che pubblico online, chiedo scusa per eventuali strafalcioni, migliorerò col tempo (spero!) :D

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge num. 62 del 7.03.2001.

I testi citati e le immagini pubblicate su questo blog sono copyright delle case editrici, degli autori e delle agenzie che ne detengono i diritti. La loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro.

Di questo libro e degli altri è un blog e, come tale, i contenuti devono intendersi unicamente come opinioni personali.