Di questo libro e degli altri Alessandro Cocco

Visualizzazione 8 post con etichetta letteratura francese. Mostra tutti i post.

Recensione "La nausea", Jean-Paul Sartre

24/09/2016 10:55  0 commenti  Alessandro

La misantropia non è altro che una dissonanza necessaria all’armonia dell’insieme.

Diario filosofico più che un vero e proprio romanzo, La nausea è stata una lettura un po’ pesante e faticosa, difficile da seguire a causa della difficoltà di delineare una vera e propria trama (da qui il tempo impiegato per leggerlo) ma, a livello di sensazioni e riflessioni, davvero molto interessante.

Recensione "Felici i felici", Yasmina Reza

29/05/2016 10:45  0 commenti  Alessandro

“Felici gli amati e gli amanti e coloro che possono fare a meno dell’amore. Felici i felici.” (Jorge Luis Borges)

Felici i felici è un romanzo corale, un caleidoscopio di voci diverse che, episodio dopo episodio, si sfiorano, si intrecciano, mettendo a nudo quella che è la vita di tutti i giorni.

Recensione "Il ballo", Irène Némirovsky

25/04/2016 22:00  0 commenti  Alessandro

Un concentrato di egoismo, rabbia e vendetta, questo in poche parole è Il ballo, breve romanzo scritto di getto tra un capitolo e l’altro di David Golder e pubblicato poi nel 1930.

Le pagine sono poche e l’azione si svolge velocemente ma l’intensità delle emozioni che traspare è tale da lasciare davvero senza fiato!

Recensione "Le relazioni pericolose", Pierre-Ambroise-François Choderlos de Laclos

02/11/2015 22:20  0 commenti  Alessandro

Confesso di aver faticato a portare a termine la lettura di tutte le 175 lettere che compongono questo intricato romanzo epistolare e ora ho pensieri parecchio contrastanti. Mi è piaciuto ma l’ho trovato un po’ pesante e a tratti eccessivamente lento. Gli sbadigli insomma non sono mancati ma fortunatamente nel finale si è decisamente riscattato!

Recensione "Il fantasma dell'Opera", Gaston Leroux

25/07/2015 11:20  0 commenti  Alessandro

Il fantasma dell’Opera è un romanzo scritto dal francese Gaston Leroux all’inizio del secolo scorso e pubblicato a puntate dalla rivista Le Gaulois.

Strutturato come un’inchiesta giornalistica, il libro è una ricostruzione accurata dei misteriosi eventi avvenuti al teatro dell’opera di Parigi trent’anni prima. Le descrizioni sono molto curate e grazie anche ai numerosi aneddoti l’impressione è quella di avere tra le mani il resoconto di un fatto di cronaca accaduto realmente.

Recensione "Notre-Dame de Paris", Victor Hugo

08/05/2015 00:10  0 commenti  Alessandro

Avevo questo libro sul Kindle da più di un anno e solo l’altra settimana, dopo esser (nuovamente!) caduto vittima di una grave forma di notre-dame-de-paris-musical-mania, mi sono finalmente deciso a leggerlo. Ora che l’ho fatto mi sorge solo una domanda: perché diavolo non l’ho letto prima?

Recensione "Suite francese", Irène Némirovsky

15/03/2015 22:20  0 commenti  Alessandro

Un anno fa, proprio in questo periodo, stavo leggendo sul Kindle Suite francese. Fu il mio primo libro della Némirovsky, scrittrice di cui non sapevo assolutamente nulla.

Nelle intenzioni dell’autrice Suite francese doveva essere una lunga sinfonia composta da cinque movimenti, sulla scia delle grandi composizioni musicali. Purtroppo si tratta di un’opera incompiuta: nel luglio del 1942 la scrittrice (ebrea convertita al cattolicesimo) viene deportata ad Auschwitz, dove morirà un mese dopo.

Recensione "David Golder", Irène Némirovsky

11/02/2015 21:30  0 commenti  Alessandro

David Golder è un uomo d’affari senza scrupoli i cui unici interessi sono il denaro e gli affari.

Lo incontriamo a Parigi nel 1926, ormai vecchio e malato, al tramonto di una vita passata in giro per il mondo a trattare di petrolio e carbone. Ha una moglie che non lo ama e una figlia viziata, entrambe abituate a vivere nel lusso più sfrenato a sue spese.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge num. 62 del 7.03.2001.

I testi citati e le immagini pubblicate su questo blog sono copyright delle case editrici, degli autori e delle agenzie che ne detengono i diritti. La loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro.

Di questo libro e degli altri è un blog e, come tale, i contenuti devono intendersi unicamente come opinioni personali.