Di questo libro e degli altri Alessandro Cocco

Visualizzazione 16 post con etichetta feltrinelli. Mostra tutti i post.

Recensione "Saggio sulla lucidità", José Saramago

02/05/2015 15:30  0 commenti  Alessandro

Confesso che l’idea di leggere questa sorta di seguito di Cecità mi agitava non poco. La mia paura era quella di trovarmi davanti a un libro non all’altezza del nome che porta ma per fortuna Saramago non delude e il libro, già dai primi capitoli, si rivela un degno complemento di quel capolavoro che è Cecità.

Recensione "Kitchen", Banana Yoshimoto

12/04/2015 14:00  0 commenti  Alessandro

Primo romanzo di Banana Yoshimoto (よしもと ばなな) Kitchen è anche il mio primo approccio con la letteratura giapponese (e più in generale con la cultura nipponica, manga/anime a parte).

Kitchen, cucina. È un titolo che, tra i millemila libri ammucchiati tra gli scaffali della libreria, risalta per la sua anonimità. Si tratta di un libricino che, complice la scrittura semplice e la mancanza di capitoli, si lascia leggere tutto d’un fiato.

Recensione "La casa degli spiriti", Isabel Allende

05/04/2015 22:00  0 commenti  Alessandro

Ho finito di leggere La casa degli spiriti questa notte verso l’una, dopo oltre quattro ore e mezza di lettura quasi senza interruzioni. Ecco, a me i libri belli fanno questo effetto (con la complicità del fatto che oggi non lavoro :D)

Davanti alla schermata vuota di Notepad++ però mi sto rendendo conto di quanto sia difficile da recensire e visti gli appunti che mi sono segnato non me lo aspettavo. Tantissime cose mi stanno girando per la testa e sto cercando di riordinarle in un discorso coerente.

Recensione "Le intermittenze della morte", José Saramago

05/02/2015 22:00  0 commenti  Alessandro

L’incipit è decisamente intrigante e sono bastate poche righe a farmi innamorare di questo libro prima e dell’autore subito dopo!

La scrittura è quella tipica di Saramago: periodi lunghissimi, uso creativo della punteggiatura, niente maiuscole, niente nomi propri, ecc. Il primo impatto è complicato ma ci si abitua in fretta e ben presto ci si rende conto di non poterne più fare a meno. Per lo meno con me è stato così!

Recensione "Cecità", José Saramago

21/12/2014 11:00  0 commenti  Alessandro

Capolavoro! Non ci sono altre parole per definire questo libro e non a caso Cecità è in assoluto uno dei miei libri preferiti.

Periodi lunghissimi, nessuna separazione tra dialoghi e descrizioni, uso creativo di punteggiatura e maiuscole: il primo impatto con Saramago è traumatico.

Recensione "Di questo mondo e degli altri", José Saramago

14/12/2014 21:00  0 commenti  Alessandro

Adoro Saramago. Adoro come scrive, adoro il suo utilizzo creativo della punteggiatura ma soprattutto adoro le sue storie. Cecità e Le intermittenze della morte sono in assoluto tra i miei libri preferiti e non riesco a non consigliarli a chiunque (LEGGETELI! ADESSO!) ma questo libro è un po’ particolare.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge num. 62 del 7.03.2001.

I testi citati e le immagini pubblicate su questo blog sono copyright delle case editrici, degli autori e delle agenzie che ne detengono i diritti. La loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro.

Di questo libro e degli altri è un blog e, come tale, i contenuti devono intendersi unicamente come opinioni personali.