Di questo libro e degli altri Alessandro Cocco

Visualizzazione 15 post con etichetta feltrinelli. Mostra tutti i post.

Recensione "Cari mostri", Stefano Benni

05/03/2017 22:30  0 commenti  Alessandro

Generalmente sono un grande appassionato di racconti (adoro in particolare le storie brevi di Edgar Allan Poe, P.K. Dick e H.P. Lovecraft) ma Cari mostri non mi ha del tutto convinto. Non che quello di Stefano Benni sia un brutto libro, ho letto di peggio, ma terminata la lettura nella mia testa c’era solo un grande “mah…”

Cari mostri lo scelsi un po’ a caso tra vari Feltrinelli in promozione, l’idea era di portare sotto l’ombrellone qualcosa di diverso dal solito (il fatto poi che l’abbia letto solo un mese fa è un dettaglio irrilevante!) Ad attirare la mia attenzione fu lo splendido disegno in copertina, davvero suggestivo e particolare (i colori, le ombre… tutto fantastico!) Peccato che non sia tutto oro quello che luccica…

Recensione "Alabarde alabarde", José Saramago

05/01/2017 23:30  0 commenti  Alessandro

È possibile, chissà, che magari io scriva un altro libro — José Saramago, 15 agosto 2009

Pubblicato postumo nel 2014, Alabarde alabarde è il libro a cui Saramago stava lavorando prima di morire.

L’idea alla base di questo romanzo nasce da una domanda che da tempo lo assillava: perché non si è mai avuta notizia di uno sciopero nell’industria degli armamenti? Effettivamente è una domanda curiosa e, vedendo ciò a cui Saramago ci ha abituato, sono sicuro che ne sarebbe uscito qualcosa di davvero eccezionale!

Recensione "La banalità del male: Eichmann a Gerusalemme", Hannah Arendt

29/06/2016 22:40  0 commenti  Alessandro

Mese dopo mese vedo che la saggistica si sta guadagnando sempre più spazio tra le mie letture!

L’ultima, cronologicamente parlando, è stata La banalità del male della giornalista Hannah Arendt, resoconto, originariamente pubblicato tra le colonne del The New Yorker, del processo ad Adolf Eichmann, gerarca nazista fuggito in Argentina dopo la fine della seconda guerra mondiale e scampato quindi al processo di Norimberga.

Recensione "L'uomo duplicato", José Saramago

13/06/2016 23:55  0 commenti  Alessandro

Da troppo tempo non leggevo qualcosa di Saramago, quasi un anno, la paura è sempre quella di restare senza più niente di suo da leggere!

Nella mia libreria ho ancora qualche titolo, uno in particolare, Il vangelo secondo Gesù Cristo, mi ispira un sacco ma, su consiglio della mia ragazza, la scelta è caduta su L’uomo duplicato, gentilmente da lei prestatomi :)

Recensione "Copia-e-incolla", Danny Wallace

07/12/2015 00:35  0 commenti  Alessandro

Una sera, una normalissima sera come tante, tornate a casa e trovate questo messaggio:

Tom,
me ne vado, ma non ti lascio.
Tu continua come se fosse tutto normale.
Con amore,
Hayley

Shock. Panico. Che cosa diavolo significa tutto questo?

Recensione "Le relazioni pericolose", Pierre-Ambroise-François Choderlos de Laclos

02/11/2015 22:20  0 commenti  Alessandro

Confesso di aver faticato a portare a termine la lettura di tutte le 175 lettere che compongono questo intricato romanzo epistolare e ora ho pensieri parecchio contrastanti. Mi è piaciuto ma l’ho trovato un po’ pesante e a tratti eccessivamente lento. Gli sbadigli insomma non sono mancati ma fortunatamente nel finale si è decisamente riscattato!

Recensione "Sostiene Pereira", Antonio Tabucchi

22/10/2015 00:15  0 commenti  Alessandro

Lo dico subito e senza tanti giri di parole: Sostiene Pereira è un libro meraviglioso.

L’ho adorato pagina dopo pagina e mi è piaciuto veramente un sacco sia per lo stile che per i temi trattati ma soprattutto per il messaggio che l’autore vuole trasmettere.

Recensione "Caino", José Saramago

04/10/2015 23:30  0 commenti  Alessandro

Ho ancora una buona scorta di libri di Saramago ma da circa un anno li sto centellinando per paura di finirli troppo in fretta. L’idea di restare senza nulla di Saramago da leggere mi inquieta, sul serio. Dopo qualche mese di astinenza però ho sentito la necessità di leggerne un altro e la scelta è caduta su Caino, sul comodino da ormai troppo tempo!

Recensione "Le isole del tesoro. Viaggio nei paradisi fiscali dove è nascosto il tesoro della globalizzazione", Nicholas Shaxson

19/08/2015 10:30  0 commenti  Alessandro

Nicholas Shaxson è un giornalista e scrittore inglese e collabora attivamente con la Tax Justice Network, un gruppo di pressione con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica riguardo gli effetti nocivi dell’evasione fiscale, dei paradisi fiscali e della competizione fiscale tra gli stati. Non sono argomenti che mi appassionano particolarmente ma questo saggio è riuscito ad attirare la mia attenzione, a incuriosirmi e (soprattutto) a disgustarmi.

Recensione "Saggio sulla lucidità", José Saramago

02/05/2015 15:30  0 commenti  Alessandro

Confesso che l’idea di leggere questa sorta di seguito di Cecità mi agitava non poco. La mia paura era quella di trovarmi davanti a un libro non all’altezza del nome che porta ma per fortuna Saramago non delude e il libro, già dai primi capitoli, si rivela un degno complemento di quel capolavoro che è Cecità.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge num. 62 del 7.03.2001.

I testi citati e le immagini pubblicate su questo blog sono copyright delle case editrici, degli autori e delle agenzie che ne detengono i diritti. La loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro.

Di questo libro e degli altri è un blog e, come tale, i contenuti devono intendersi unicamente come opinioni personali.