Di questo libro e degli altri Alessandro Cocco

Recensione "Il fantasma dell'Opera", Gaston Leroux

25/07/2015 11:20  0 commenti  Alessandro

Il fantasma dell’Opera è un romanzo scritto dal francese Gaston Leroux all’inizio del secolo scorso e pubblicato a puntate dalla rivista Le Gaulois.

Strutturato come un’inchiesta giornalistica, il libro è una ricostruzione accurata dei misteriosi eventi avvenuti al teatro dell’opera di Parigi trent’anni prima. Le descrizioni sono molto curate e grazie anche ai numerosi aneddoti l’impressione è quella di avere tra le mani il resoconto di un fatto di cronaca accaduto realmente.

Al centro del romanzo c’è il triangolo amoroso che vede protagonista la giovane Christine, promettente cantante lirica che con la sua voce e la sua bellezza ha riacceso il cuore del visconte Raoul de Chagny, di lei innamorato sin dalla giovinezza. Un altro uomo però è follemente innamorato di lei: Eric, il fantasma dell’Opera, quella misteriosa figura che pare vivere nei sotterranei del teatro e che sembra la causa di ogni disgrazia che lì vi capiti.

Maschera in cera del fantasma dell'Opera

Sembra chiaro fin da subito che quello provato da Eric non è un amore sano, essendo basato prima sull’inganno e poi sulla paura ma non me la sento di vederlo come un personaggio così negativo come a prima impressione potrebbe sembrare. Egli infatti fa quello che fa non tanto per cattiveria ma, a sua volta, per paura: la paura di essere rifiutato dalla donna che ama a causa della sua deformità, tenuta nascosta da una maschera. Costretto all’isolamento e disprezzato da tutti Eric è un moderno Quasimodo e la maschera è l’unica cosa che gli permette una poco di vita al di fuori dei sotterranei del teatro.

L’atmosfera, soprattutto nella seconda parte del romanzo, è cupa e drammatica ma non mancano i momenti comici, a tratti sarcastici, con cui Leroux mette in luce la superficialità di una classe sociale, quella della “Parigi bene” dell’epoca, per la quale una sera a teatro è solo un modo come un altro per ostentare il proprio stato.

Lettura consigliata, magari durante l’ascolto del Don Giovanni Trionfante ;)



Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge num. 62 del 7.03.2001.

I testi citati e le immagini pubblicate su questo blog sono copyright delle case editrici, degli autori e delle agenzie che ne detengono i diritti. La loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro.

Di questo libro e degli altri è un blog e, come tale, i contenuti devono intendersi unicamente come opinioni personali.

comments powered by Disqus