Di questo libro e degli altri Alessandro Cocco

Musicalmente tratto da "Le intermittenze della morte" di José Saramago

03/04/2015 11:30  0 commenti  Alessandro

Come anticipato qualche giorno fa ecco la prima puntata di questa nuova rubrica tutta dedicata a quelle canzoni ispirate o tratte dai libri che mi piacciono! Per questo primo appuntamento voglio partire con un gruppo italiano che ho iniziato ad ascoltare solo pochi mesi fa proprio grazie alla canzone in questione: si tratta dei Legittimo Brigantaggio e la canzone si intitola La lettera viola.

Chi lo ha letto avrà già capito qual è il libro in questione, per tutti gli altri sto parlando de Le intermittenze della morte di José Saramago!

Mai avrei immaginato di ascoltare una canzone tratta da un libro di Saramago, libro che tra l’altro stavo leggendo in quei giorni! *_*

La canzone è piacevole e in cinque minuti fa un po’ il riassunto delle principali questioni raccontate dallo scrittore portoghese. Meravigliosa la frase finale che in una domanda molto poetica concentra il senso di tutto il romanzo. Un ascolto se lo merita! :D E se non avete letto il libro… leggetelo ché è gran bello (come ho già detto qui)!

Per curiosità ho ascoltato sul tutubo anche il resto dell’album, Liberamente tratto, e l’ho trovato molto interessante al punto che ho subito comprato il cd su Amazon. Ah, già che c’ero ho aggiunto all’ordine Alabarde Alabarde (sempre di Saramago), così da evitare le spese di spedizione :D



Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge num. 62 del 7.03.2001.

I testi citati e le immagini pubblicate su questo blog sono copyright delle case editrici, degli autori e delle agenzie che ne detengono i diritti. La loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro.

Di questo libro e degli altri è un blog e, come tale, i contenuti devono intendersi unicamente come opinioni personali.

comments powered by Disqus