Di questo libro e degli altri Alessandro Cocco

Recensione "Di questo mondo e degli altri", José Saramago

14/12/2014 21:00  0 commenti  Alessandro

Adoro Saramago. Adoro come scrive, adoro il suo utilizzo creativo della punteggiatura ma soprattutto adoro le sue storie. Cecità e Le intermittenze della morte sono in assoluto tra i miei libri preferiti e non riesco a non consigliarli a chiunque (LEGGETELI! ADESSO!) ma questo libro è un po’ particolare.

Di questo mondo e degli altri raccoglie 73 testi scritti alla fine degli anni ‘60, quasi tutti episodi vissuti in prima persona da Saramago stesso e trattano dei più disparati argomenti (ricordi d’infanzia, frammenti di viaggi e fatti di cronaca). Ho iniziato a leggerlo perché ero curioso di conoscere un Saramago diverso, il Saramago delle origini. Confesso che all’inizio mi sono trovato un po’ spiazzato e per molto tempo ho fatto fatica a farmi un’idea precisa di questo mondo. Solo verso la fine ho capito meglio cosa avevo tra le mani e sono riuscito ad apprezzarlo.

La scrittura è semplice (la punteggiatura è ancora al suo posto!) e i brevissimi testi (due, massimo tre paginette) si leggono rapidamente.** Alcuni sono davvero belli e da soli valgono la lettura della raccolta. Parlo a esempio de Il gruppo, Le parole, Il Diritto e le campane, Le grida di Giordano Bruno, Storia del re che faceva deserti, Le coincidenze o Ricetta per uccidere un uomo (quest’ultimo dedicato alla morte di Martin Luther King, avvenuta quell’anno).

È un libro un po’ particolare, lo consiglierei solo a chi ha già letto qualche suo romanzo e vuole conoscere Saramago più intimamente.



Commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge num. 62 del 7.03.2001.

I testi citati e le immagini pubblicate su questo blog sono copyright delle case editrici, degli autori e delle agenzie che ne detengono i diritti. La loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro.

Di questo libro e degli altri è un blog e, come tale, i contenuti devono intendersi unicamente come opinioni personali.

comments powered by Disqus